Il Codice Deontologico di Sintomi.it è un vademecum, il pilastro sul quale si basano le regole di pubblicazione del sito.
Seguendo le regole morali ed etiche delle Professioni Sanitarie italiane, anche Sintomi.it si impegna a mettere al primo posto il paziente, le sue necessità, la reale capacità di informazione che una lettura asettica possa produrre.

Quando un utente effettua una ricerca sui motori di ricerca, solitamente è in uno stato di ansia e di preoccupazione, motivo per il quale si lascia spesso attrarre da contenuti fortemente fuorvianti, dal titolo accattivante, dalla soluzione più semplice e a costo zero.

In medicina non esistono rimedi della nonna per ogni situazione. Non ci sono cure miracolose basate sulla rinuncia ai criteri della medicina tradizionale. Sintomi.it è fortemente contrario alle cure omeopatiche, una precisazione doverosa nonostante il nostro veto a non trattare, seppur minimamente, argomenti in tema di “cure” e di “trattamenti”.

Codice Deontologico di Sintomi.it

  1. Chi scrive su sintomi.it non è un giornalista o un freelance, ma un professionista sanitario regolarmente iscritto al proprio Ordine Professionale di appartenenza, provvisto di titolo di Laurea almeno triennale ed esercitante in Italia.
  2. Chi scrive su sintomi.it non è assoldato per promuovere alcun prodotto, presidio o metodologia di cura: ogni collaborazione è al fine scientifico/divulgativo in forma esclusivamente gratuita.
  3. Chiunque voglia sottomettere un articolo o una revisione di contenuti sul sito sintomi.it è obbligato a fornire un Curriculum Vitae aggiornato o l’ultima tessera di iscrizione/rinnovo in caso di appartenenza a Società Scientifica inclusa nelle nostre partnership.
  4. Le fonti straniere riportate nelle pagine di Sintomi.it sono provviste di bibliografia e data di ultima consultazione, al fine di mantenere aggiornata la revisione dello Staff.
  5. I contenuti non revisionati da oltre sei mesi sono segnalati alla fine di ogni articolo: l’utente può controllare, durante la lettura, il numero di revisioni effettuate e la data con l’orario dell’ultima modifica online.
  6. Gli articoli messi a disposizione nel sito web sono strutturati e redatti nella forma più semplice possibile al fine utile di renderli leggibili e fruibili da ogni utente senza discriminazione di età, sesso o condizioni socio-economiche.
  7. I banner pubblicitari presenti sul portale sono inseriti nella forma meno invadente possibile, al fine unico di mantenere le spese di hosting e l’assistenza tecnica. I banner sono quotidianamente filtrati e sono categoricamente setacciati al fine di non indurre l’utente al clic verso siti che lo spingono a ricorrere a cure o metodologie non medico-scientifiche
  8. La frequenza con cui vengono visualizzati i banner è di un inserzione ogni 1000 parole. La percentuale in questione è ben al di sotto degli standard comunemente accettati nella maggior parte dei siti di informazione medica in Italia.
  9. Gli elenchi di segni, sintomi e cause riportati non possono essere ritenuti esaustivi perché nessuna lettura online di un contenuto o opuscolo informativo può escludere la visita con lo specialista o il medico di base. A tal fine ogni sezione del sito rimanda ed esorta l’utente alla visita più approfondita.
  10. Nonostante sintomi.it non si assume la responsabilità circa l’interpretazione che l’utente può attribuire ad un contenuto, periodicamente lo Staff sottopone un campione di utenti ad un questionario creando rapporti sulla Qualità e la Deducibilità delle informazioni disponibili online.

Sintomi.it

Via San Vito, 3
Racale (Le), 73055

Tel: 333.9120594
info@sintomi.it